Goodbye stagione invernale

Era metà settembre quando denunciavamo i ritardi sull’attuazione del c.d. bando per la destagionalizzazione.
Speravamo che le cose stessero cambiando e invece leggiamo sui quotidiani che i “12 voli invernali, nei tre scali isolani, assegnati alle compagnie attraverso il suddetto bando, sono ancora fermi in pista […] dei collegamenti non c’è ancora traccia nella programmazione delle compagnie”.
Sui volti dei dipendenti della società di gestione dell’aeroporto di Alghero si legge la profonda preoccupazione per la chiusura della base di Ryanair e per una programmazione invernale, quantomeno incerta.
Non si può pensare di allungare la stagione senza garantire prima una adeguata campagna pubblicitaria delle nuove rotte.
Certo che se la Regione avesse chiesto una mano noi l’avremmo tesa, come abbiamo fatto, a suo tempo, per sbloccare la situazione relativa alla continuità territoriale.
La stagione invernale, ormai, troppo inoltrata, è difficilmente recuperabile, molti mesi sono passati da quando l’assessore regionale aveva annunciato il tutto.
Auspico che la Regione si concentri più fortemente sulle aree che hanno bisogno, per così dire, di più ossigeno.
In una terra a vocazione squisitamente turistica, i punti di collegamento strategici, come gli aeroporti, deve essere imperativo potenziarli all’unisono e devono godere, costantemente, dell’attenzione e dell’efficienza Regionale.

*STOP PLASTICA: FINALMENTE AZIONI CONCRETE DAL GOVERNO

*STOP PLASTICA: FINALMENTE AZIONI CONCRETE DAL GOVERNO

Oggi, durante il #questiontime in aula, il ministro dell’ambiente Sergio Costa ci ha confermato l’attenzione che questo Governo ha nei confronti di un problema, che deriva dall’utilizzo scellerato e dell’enorme quantità di plastiche già dispersa sui territori, nei mari e negli oceani, per il quale sono previste azioni concrete sia a livello europeo che a livello nazionale. Per questo il Ministro ha votato, di recente, in Commissione europea una direttiva per limitare il commercio di plastiche monouso e getta. Mentre in Italia scatterà il divieto di utilizzo dei bastoncini di plastica, già dal 1 gennaio del 2019, e delle microplastiche, dal 2020, per i cosmetici esfolianti. A tal riguardo il Ministro Costa, nei prossimi giorni, depositerà un disegno di legge che chiamerà “Salva Mare”, che favorirà un percorso virtuoso con i pescatori, che finalmente potranno portare le grandi quantità di rifiuti che normalmente si trovano nelle loro reti, che ammonta quasi al 50% del pescato, nelle isole ecologiche situate nei porti. Soltanto attraverso la collaborazione di tutti e l’impegno di questo Governo potremo riuscire a tutelare l’interesse dei cittadini e a salvaguardare l’ambiente.”

 

Capo Corso: avvenuta una collisione tra due navi

Ieri a largo della Corsica, a circa 14 miglia da Capo Corso è avvenuta una collisione tra due navi, per fortuna senza feriti, a causa della quale si sarebbe rilevato uno sversamento in mare di sostanze inquinanti (presumibilmente idrocarburi). Le prime autorità a lanciare l’allarme sono state quelle francesi, mentre il #MinisterodellAmbienteè intervenuto inviado una nave della Guardia Costiera con biologi a bordo e strumentazione ambientale. Corsica e Sardegna sono così vicine che un rischio ambientale diventa un rischio comune… Consapevoli di quanto sia importante la sicurezza e la salvaguardia dei nostri mari, al fine di evitare altre simili sciagure, vorrei annunciare che insieme al collega #NardoMarino ci stiamo attivando, in sinergia con la Francia, per una nuova regolamentazione del traffico Marittimo sulle Bocche di Bonifacio.

IN PRIMA LINEA

#INPRIMALINEA….
Oggi a Porto Conte, al fianco dei responsabili delle varie Aree Marine Protette della Sardegna, del Centro Marino Internazionale, delle Università di Sassari e Cagliari e del CNR, riuniti in un tavolo tecnico, al fine di cercare una soluzione scientifica che argini la catastrofica moria di esemplari di Pinna nobilis che si sta registrando nel Mediterraneo ed anche nelle nostre coste.
Da lunedì, in prima linea al Ministero dell’Ambiente per promuovere una sinergia nazionale e trovare le risorse che permettano di attuare le soluzioni proposte oggi.

Niente biglietti Tirrenia dopo dicembre

«Non è tollerabile che Tirrenia Cin neghi ai passeggeri che intendano raggiungere o lasciare la Sardegna la possibilità di prenotare la traversata nel periodo successivo al 31 dicembre. I collegamenti marittimi, infatti, dovrebbero essere garantiti dalla convenzione in regime di pubblico servizio con le isole maggiori e minori, ai sensi delle leggi 27/2006 e 166/2009, in scadenza il 18 luglio 2020. Tirrenia Cin dovrebbe esercitare, per tutta la durata della convenzione, servizi di collegamento stagionali e invernali ed è tenuta a rapportarsi con una rete di agenzie di viaggio, attraverso le quali è possibile acquistare i biglietti e ottenere informazioni sui servizi offerti, i collegamenti, gli orari e le tariffe».

La dettagliata denuncia arriva dai deputati al Governo, l’algherese Paola Deiana e Nardo Marino, entrambi del Movimento 5 Stelle. «Anche le agenzie di viaggio hanno dunque il diritto di vedere rispettata la programmazione. A oggi il sito internet della Tirrenia Cin non consente l’acquisto di biglietti oltre il 31 dicembre del corrente anno per alcuna delle tratte interessate dalla convenzione e ciò si traduce in danni economici e disagi sul piano della programmazione turistica che si uniscono a un’inaccettabile limitazione del diritto di mobilità dei sardi».

«Coloro che intendono viaggiare in data successiva al 31 dicembre sono costretti a rivolgersi ad altre compagnie che, al contrario della convenzionata Tirrenia Cin, assicurano la disponibilità di biglietti» sottolineano di due deputati Pentastellati. «L’atteggiamento inspiegabile di Tirrenia Cin cozza, peraltro, con le recenti dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’armatore Onorato, in particolare sulla disponibilità per le politiche di destagionalizzazione. Chiediamo che Tirrenia Cin provveda quanto prima a rendere disponibili le prenotazioni per il 2019, ripristinando il diritto alla mobilità dei sardi e il rispetto della convenzione con lo Stato».

Fonte alguer.it

PAROLE, PAROLE, PAROLE

PAROLE, PAROLE, PAROLE

Si parla di destagionalizzare, di dare una boccata d’ossigeno al comparto del turismo, sofferente nei mesi autunnali e invernali, ma ad oggi, sembrano esser sempre e solo parole.
La gara d’appalto tanto celebrata dalla regione, ab origine, nasceva come “affidamento dei servizi di promozione e comunicazione, finalizzati alla destagionalizzazione del turismo nella Regione Sardegna nei mercati di riferimento”, e a quanto ci risulta, le procedure di aggiudicazione di alcuni lotti, si sono concluse a vari scaglioni già da febbraio 2018 fino a questo luglio.
Visto che siamo alle porte di ottobre e ancora non esiste, a quanto ci risulta, una programmazione dei voli ne una adeguata pubblicità delle nuove rotte, vorremo sapere quando sono stati stipulati i contratti relativi alle varie aggiudicazioni delle gare, e nel caso ciò ancora non sia avvenuto, vorremo sapere quali sono state le cause tecniche e/o giuridiche che ne hanno ostacolato o comunque ritardato la stipula. Ove invece la stipula dei contratti sia avvenuta nei termini di legge, vorremo sapere perché ad oggi non si ha contezza della programmazione dei voli, perché non sia aperta la bigliettazione, perché le compagnie non hanno pubblicizzato le rotte stesse. Che ne è stato dei lotti non aggiudicati ? Tutto questo ritardo ha già compromesso fortemente la stagione più bisognosa di aiuto! I turisti non stanno al pc ad aspettare l’apertura della bigliettazione (Anche perché non ne hanno notizia) vanno semplicemente da altre parti!
Non Si può pensare di destagionalizzare senza una adeguata campagna pubblicitaria delle nuove rotte.

Convegno sulla continuità territoriale Sardegna

Piccola intervista estrapolata dal convegno dedicato alla continuità territoriale che si è tenuto il 9 agosto a Sassari, alla presenza del sottosegretario Michele Dell’Orco, il collega Nardo Marino , con il quale stiamo preparando la proposta di legge per la continuità territoriale marittima e il senatore Ettore Licheri.

 

Ecco il video dell’intero convegno.

 

Depositato interrogazioni Parlamentari

Depositate due interrogazioni parlamentari in firma congiunta con i Colleghi Alberto Manca e Nardo Marino, circa i lavori di completamento della strada Alghero – Sassari e i lavori di adeguamento della Sassari – Olbia.

Stiamo cercando di dare particolare attenzione a quelle opere di interesse pubblico, bloccate ormai da diverso tempo, a causa della troppa inerzia dei governi precedenti.